Rassegna stampa

banner pubblicitario

30 gennaio 2019
Il rifugio dell’ircocervo
di Clelia Attanasio

«È proprio qui, in questo suo momento della vita così trascurabile, che Emily ha vissuto qualcosa che poi ha trasposto nei romanzi». In tal modo si crea un legame di finzione magica tra noi e questa Emily letteraria. La Mazzini ci dice che magari non è andata davvero così, forse non è accaduto niente di quanto descritto, ma avrebbe potuto esserlo.

Link all’articolo completo

–––

2 ottobre 2018
ZEST, Letteratura sostenibile
di Emanuela Chiriacò

[…] un viaggio sulla carta e nel tempo che gualcisce la deriva romantica, ponendoci in un’ambientazione meta-gotica, scarna, essenziale con una donna fragile come l’acciaio, impossibile da immaginare accanto ad un uomo. Un misto di innocenza e perdita, di intemperanza e dolore anestetizzato concentrati in trent’anni di vita.

Link all’articolo completo.