Haworth

Una visita a Haworth e ai luoghi di Cime Tempestose
Aggiornato al giugno 2016

Haworth

Il villaggio di Haworth si presenta bene in vista; un eventuale viaggiatore, distante ancora due miglia, può già scorgere, sullo sfondo di un ampio panorama in ascesa rivestito di opache eriche viola, le sue case scaglionate lungo la china ripidissima di una collina.
– Elizabeth Gaskell, La vita di Charlotte Brontë, Castelvecchi, Roma, 2015

IMAG2945Haworth è la cittadina del West Yorkshire dove Emily Brontë ha trascorso quasi tutta la sua vita. Per arrivare a Haworth il modo migliore è volare su Leeds. Dal Leeds Bradford Airport ci sono poi tre possibili opzioni:
1) il treno fino a Keighley e da qui l’autobus della compagnia Transdev;
2) lo storico treno a vapore della Keighley & Worth Valley Railway, (il servizio è attivo principalmente in estate);
3) il Brontë taxi, che al costo di 25 sterline verrà a prendervi direttamente all’aeroporto per condurvi fino alla vostra destinazione. Il servizio si può prenotare anche online.

Brontë Parsonage MuseumIMG_20160615_134336

La Canonica di Haworth è stata la casa per eccellenza della famiglia Brontë. Oggi si presenta in maniera diversa rispetto a com’era nei primi quarantotto anni del XIX secolo, dal momento che il curato che l’abitò dopo i Brontë vi fece aggiungere un’intera ala, sottraendo molto spazio alla cucina in cui Emily aveva a lungo lavorato insieme alla domestica Tabby. Già dopo la morte di Emily e di Anne era stata la sorella maggiore Charlotte a modificare in parte la struttura della vecchia casa ecclesiale, ricavando uno studio per il marito dalla stanza che previamente era stata adibita a deposito di carbone. Un’altra importante modifica apportata da Charlotte fu quella che ridusse lo stanzino un tempo occupato da Emily per aggiungere spazio alla sua camera nuziale.

Oltre alla visita individuale, il Brontë Parsonage Museum mette a disposizione delle visite guidate della durata di un’ora e uno speciale “treasures tour” che consente di vedere da vicino alcuni oggetti appartenuti alla famiglia, i manoscritti in miniatura di Charlotte e i disegni di Emily.

Il cimitero

IMAG2852

Il cimitero antistante la Canonica è tristemente famoso per aver contribuito all’insalubrità dell’acqua e dell’aria che ha caratterizzato la zona di Haworth nel XIX secolo, quando la vita media si aggirava attorno ai ventisei anni di età. Nel 1850, grazie all’insistenza del reverendo Brontë, l’ispettore sanitario Benjamin Herschel Babbage condannò finalmente l’abitudine di inumare i defunti sotto grandi pietre piatte, impedendo così la penetrazione di aria nel terreno e la crescita di piante che favorissero la decomposizione dei corpi. Allo stesso scopo furono piantati i numerosi alberi tra cui oggi è possibile veder volare le cornacchie, ma al tempo di Emily il cimitero era spoglio e occupato soltanto dai morti.

St. Michael and All Angels’ church

IMG_20160615_155035

La chiesa in cui Mr. Brontë svolgeva le sue funzioni e sotto la cui volta sono sepolti tutti i membri della famiglia a esclusione di Anne è il luogo che ha subito i maggiori cambiamenti. L’associazione Friends of the Brontës Church sta cercando di riportarla all’aspetto originale, motivo per cui l’ala meridionale della chiesa è attualmente sottoposta a un’opera intensiva di restauro.

 

 

Il Black Bull

Bull

La public-house ingiustamente associata al declino di Branwell Brontë si trova ai piedi della chiesa, proprio in cima a Main Street, da cui si può godere di una vista mozzafiato sulla vallata sottostante. I mattoni del Yorkshire in cui sono realizzati tutti gli edifici di Haworth avevano originariamente un colore molto più chiaro, ma sono stati anneriti nel tempo dai fumi delle industrie tessili che salivano dal fondo della valle.

Haworth moors

IMAG2912Tutti gli amanti dell’opera di Emily Brontë sapranno che il suo capolavoro non sarebbe mai stato realizzato senza il contributo della suggestione dei moors. Chi decida di aggirarsi attraverso la brughiera si accorgerà che l’impresa non è affatto facile e che ritrovarsi smarriti tra pecore brade e muri di felciè  questione di un istante. Se non siete camminatori esperti, il mio consiglio è quello di ricorrere a una guida o di muovervi in gruppo.

Brontë fall

IMAG2902

Lungo la via del ritorno dalla Brontë Fall ho incontrato una turista americana che si è detta piuttosto delusa dall’aver camminato per due miglia e mezzo tra sentieri scoscesi e salite impervie per poi trovarsi sopra un fiumicello –– si era attesa di vedere una cascata vera e propria. In effetti, il nome Brontë Fall, che è stato dato successivamente al luogo di ritiro e riflessione dei quattro fratelli, è piuttosto fuorviante. La loro capacità descrittiva lo aveva racchiuso molto meglio nel nome poetico di Meeting Of The WatersIl ponticello su cui i ragazzi Brontë erano soliti sedere, da soli o in compagnia di Ellen Nussey, è stato distrutto da un’inondazione nel 1989 e ricostruito per intero l’anno successivo.

Top Withens

IMG_20160616_153645

A detta di molti biografi Top Withens è il luogo la cui collocazione avrebbe ispirato a Emily quella di Wuthering Heights. Benché la fattoria, oggi in rovina, non presenti alcuna somiglianza con la casa descritta nel romanzo, la sua posizione elevata ed esposta ai venti da ogni direzione trasporta il visitatore direttamente al centro del romanzo.
Per raggiungerla dalla Brontë Fall occorre camminare ancora un miglio, perlopiù in salita, e tenersi preparati ai dolori muscolari del giorno successivo.

Dove alloggiare

Charlie

Ye Sleeping House
8 Main St., Haworth

Ci sono solo tre camere, contraddistinte dai nomi delle tre sorelle Brontë, e arredate secondo l’eccentrico gusto del padrone di casa, Mike. Io ho dormito nella stanza singola, dedicata ad Anne, con una splendida vista sulla valle e spesso visitata dal gatto di Mike, Charlie.